3° pezzetto dei cani delle tempeste e altro

Il tempo il tempo, scarseggia sempre e infatti questo articolo è mozzo, non ha la parte dove avrei dovuto illustrare il mondo della fantasia e cioè di come si vedeva la realtà da bimbi,… Quindi passo a :
Didimo, Cal l’ha pubblicato (Yeah) ma lui già pubblica da un bel po’!

Come sempre per scaricare i componenti di Emma, clickate qua emma-download_green

E inoltre un’altra esordiente (anche qui si fa per dire… visto articoli, libri e racconti che pubblica un po’ ovunque)… Con Tranne il colore degli occhi.

Annunci

31 pensieri riguardo “3° pezzetto dei cani delle tempeste e altro

      1. Strano, perché se clicco su questo link della pagina non riesco ad andare oltre, ma se per caso vado su un qualsiasi altro link di Emma (sono andata sulla pagina generale dedicata a vari download) riesco tranquillamente ad accedere da lì… poi magari è un problema mio. Sarà successo anche a qualcun altro?

        Liked by 1 persona

      2. Ecco, praticamente se clicco su “Emma la strega download page” dovrebbe portarmi alla pagina già esistente sul blog? perché nel caso riesco ad andarci da me andando a zonzo nel tuo blog, ma non da quel pulsante. Ok sto andando difori 🙂

        Liked by 1 persona

      3. No no hai centrato il problema… E’ il nuovo (e inutile) oggetto grafico per inserire i link nel testo di WordPress che lascia dentro la descrizione wp_placeholder come testo effettivo e non come ombra.

        Mi piace

      4. Wow. L’importante è che l’inutile venga reso presto utile da chi di dovere e che tu possa fartene vantaggio… Si sa che wordpress è praticamente un cantiere a cielo aperto, tutte le volte trovo qualcosa di nuovo, cambiano la grafica dell’elaboratore di testo, delle statistiche, aggiungono roba… Un organismo quasi vivente – non so se sia un bene, un male o un abominio informatico. Se ci sono novità con Emma nel caso vado direttamente alla pagina che hai creato tu 🙂

        Liked by 1 persona

      5. Ahahaha, si li vorrei vedere con le loro ascelle sudate, la cocacola rovesciata sulla tastiera e le nottate e sviluppare (vai di cliché dell’informatico “polveroso”).

        Mi piace

      6. …finché uno di questi tizi si alza togliendosi la fascia di spugna (sudata) dalla fronte e lasciando a metà la sua partita di World of Warcraft, esclamò: “Non abbiamo più rotto le scatole a Gianni da una settimana, dobbiamo inventarci qualcosa o perderà l’abitudine! ma prima ordino qualcosa in pizzeria”. Si dice che fu per colpa di una soffiata anonima che il tizio si ricordò dell’incombenza. Una soffiata di un certo T. Chi sarà stato?

        Fine

        Ahahah le scemate che mi vengono in mente di prima mattina. Ok è ora di pranzo, non cerchiamo il pelo nell’uovo.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...