Gialli, scrittori di gialli, nei gialli

Ovvero: lo scrittore come protagonista di un genere

Esistono libri i cui protagonisti sono scrittori, specie nel mondo dei romanzi gialli, e sono quei libri dove il protagonista porta malissimo.

I personaggi del romanzo vivono tranquilli e beati in una piccola cittadina di una piccola porzione di mondo quando si materializza il/la scrittore/trice! Tutto sembra andare a meraviglia, finché il/la scrittore/trice (che d’ora inavanti chiameremo genericamente Protagonista) non assiste a una lite nel classico bar\fastfood e la sera pub TaldeTali, uno dei pochi locali aperti nel raggio di chilometri. Infatti accade tutto qui, o quasi, e chi vuole origliare, qui scopre tutto.

La lite è, di solito, tra due soggetti nervosi che già di mattina hanno bevuto il fatidico bicchiere di troppo, oppure marito e moglie, che arrivano a rinfacciarsi ruggini e sgarbi del passato. Di mezzo ci possono essere tradimenti, soldi, faide, tutto fa brodo.

Ora, fin qui a Protagonista* importa e non importa. Protagonista** è lì, in quel posto, per terminare Sua Ultima Grande Opera***, si innervosisce per la perduta quiete e se ne va, se non che, più tardi, rivede i litigiosi e mentre osserva viene affiancato da Impiccione Locale. Impiccione Locale è un tipo o tipa che sa tutto di tutti, è quel classico personaggio che, facendo tasto destro su di esso, permette di avere dettagli su chiuque abiti nei 70 Km del comune, contea, regione! Le sa tutte. Questo impiccione spiegherà per filo e per segno tutti (e dico tutti) i retroscena dei litigiosi litiganti, che Protagonista lo voglia o meno.
Questo fatto farà notare a uno dei litigiosi Protagonista, e infatti non mancherà la minaccia; Protagonista verrà minacciato di farsi gli affari propri e a niente varranno le sue proteste, che lui proprio i fatti suoi voleva farsi, ma ormai il caso è partito.
Bene a questo punto che succede? Che Protagonista se ne torna alla sua casetta in riva al lago, lungo la via, un po’ isolata, ma quasi in paese, ricominci, col favore delle tenebre, a scrivere Sua Ultima Grande Opera e, a tarda notte, senta il tipico colpo di fucile da caccia.
L’indomani si sveglierà con pattuglie e pattuglie di polizia nelle vicinanze di casa sua. E’ chiaro come il sole che Protagonista finirà tra i sospettati, perché il morto è colui col quale questi ha avuto un diverbio, a vederlo così sarà Funzionario Solerte, che vede Protagonista come turbativa della quiete di Piccolo Paese****.

Conclusione? Sì, conclusione ovvia, l’assassino è Terzo Personaggio, quasi sconosciuto fino a quel momento, che si è vendicato. Per scoprirlo non mancheranno un sacco di colpi di scena, come non mancheranno lunghe confessioni e un sacco di pettegolezzi e fatti torbidi, spifferati un po’ da tutti, ma soprattutto da Impiccione Locale, a Protagonista. Sì perché tutti dicono tutto, dopo un po’, agli sconosciuti! Si chiama effetto barista.

Morale? Gli scrittori portano male, nei libri gialli.


*qui diventa sostantivo non ci vuole l’articolo
**anche qui, come sopra, non li ripeto più
***è il titolo
****e c’ha anche un po’ ragione

21 pensieri riguardo “Gialli, scrittori di gialli, nei gialli

  1. Hai dimenticato una svolta di trama originalissima: in passato, lo scrittore o la scrittrice ha ucciso uno dei suoi personaggi nel modo in cui è morta la vittima.
    Morale: scrivi solo di mio mini pony e sarai al di sopra di ogni sospetto. Finché non ammazzeranno un cavallino nel ranch vicino.

    Piace a 1 persona

  2. Belle le note ed è vero che portino male.
    Camilleri qualche tempo fa fece un discorso inverso: gli autori dei gialli non devono far morire i propri personaggi perché la morte dei protagonisti invece porta male agli scrittori.

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...