…scrivere e leggere on demand

Qualcuno lo fa? Cioè scrivere o leggere su richiesta…
Può valere per zii con nipoti, amici per altri amici, oppure per professione.

Scrivere su richiesta è cosa strana, rara, e può valere per tutto: qualche parente che chiede di scrivere delle fiabe, o un amico che ti dice “perché non diventi famoso scrivendo di…” e ti sparà lì un genere abusato in quel momento. Di solito questo avviene perché chi conosce lo pseudo-scrittore ricorda che alle medie componeva racconti divertenti, bei temi, magari aveva pure 8 a italiano*.
Poi ci sono i professionisti, quelli che scrivono per davvero, ma in generale, questo è un caso raro all’interno di una categoria rara.

Cosa c’è di peggio (meglio) poi che (dover) leggere su richiesta? Ovvero: o noh, chiunque scrive un libro, anche tu! E io, tuo amico, devo leggere per forza le sciocchezze che ti sono balenate in testa.

Il lettore on demand (suo malgrado) vede arrivare l’amico\a di turno con il nuovo incipit, le sue prime trenta pagine e sa già che gli toccherà sorbire il nuovo parto letterario, l’idea della vita. Impallidisce subito quando vede che si tratta di un genere televisivo abusato: giallo ovvero un nuovo ispettore, fantasy ovvero l’ennesimo mondo coi nomi che finiscono per consonante, erotico ovvero il nuovo manuale di uso e manutenzione degli organi sessuali! Di solito, ma non sempre, tutto ruota intorno a donne, raramente uomini. Donne emancipate e fortissime, ma con un oscuro passato**.

Questa seconda categoria, cioè i lettori a richiesta, è quella più ricercata. Costretti a sorbirsi le pazzesche vaccate scritte dai loro amici pseudo-scrittori, ma che per fortuna spesso si risolvono in poche decine di pagine lasciate a metà, perché, diciamolo, arrivare a 300/400.000 battute (un libro quindi di 150-200 pagine) è dura assai, ma a ogni nuova idea il provetto scrittore\trice si ripresenta***.
Il lettore ha sempre la stessa faccia, sorride felice, annuisce, ma dentro di sé ha il cuore che sanguina, e dovrà pure dare un parere, alla fine, positivo in larga parte.


*mica come ora che a scuola danno anche 9 e 10
**se ci metti anche le melanzane, nel passato, ti viene più scuro, sarà quello?
***come i peperoni

35 pensieri riguardo “…scrivere e leggere on demand

  1. Il problema di scrivere su richiesta non l’ho, non scrivendo 😉 per quanto leggere lo faccio solo con quello che mi incuriosisce, quando mi va, e commento solo quelli che mi sono piaciuti e che mi hanno lasciato qualcosa, per gli altri evito….

    Piace a 2 people

      1. Urca sei da tenere di conto, davvero! Non lo dire troppo in giro o ti sommergono di email con allegati pdf e documenti vari! ^_^
        Ma, per farmi i fatti tuoi, stai cercando di farla diventare una professione?

        Piace a 1 persona

      2. Al momento no (ma in futuro chissà?) perché mi occupo di tutt’altro, ma ho sempre pensato che avrei dovuto fare quello! Con l’incuria con cui scrive la gente oggi, ci sarebbe un sacco di lavoro, non trovi? 😀

        Piace a 1 persona

      1. Perché seguendo mille mila blog, ad alcuni non sono iscritto, per evitare che mi arrivino 30.000 email, ma li ricerco di tanto in tanto e leggo dove ero arrivato. Potessi leggerei ogni articolo, ma … il tempo…

        Piace a 1 persona

      2. “il tempo” e ti capisco molto bene. Per me nemmeno credo che esista. Solo è un’invenzione dell’uomo ma il tempo non è un orologio con le lancette che camminano eppure dobbiamo tenerlo per vivere una Vita dove il tempo è stato applicato come unità di misura. Noi svizzeri, inoltre – di orologi – , ne sappiamo qualcosa. In molti casi di questa triste fase della nostra vita poi, il tempo non esiste e io oggi… non so nemmeno che giorno sia ❤ ❤ ❤

        Piace a 1 persona

  2. Ho scoperto che esistono delle attività di scrittura su richiesta, cioè tu paghi questi tizi per farti scrivere un biglietto di auguri e loro si inventano qualcosa per te. Quando ho chiesto se avevano un posto per me (spesso l’ho fatto gratis, scrivere biglietti per gli altri) mi hanno risposto che c’era ma per scrivere gratis per il loro blog 😥
    Ho anche letto su richiesta, ho sempre trovato fosse un onore, peccato per essermi accorta dopo che l’altro non avrebbe fatto nemmeno la metà della metà della fatica per me..

    Piace a 1 persona

    1. Riguardo la tua ultima affermazione io mi azzardo dire che… come ogni cosa che si regala, c’è chi pensa che valga poco… mentre invece dovrebbe essere tenuta di conto. Il tempo che hai dedicato, per esempio, è cosa preziosa.
      Sui biglietti di auguri mi viene da dire “maddai a pagamento???” dovrò creare un post ad-hoc.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...