Tipologia di vocali e consonanti

Tipologia di vocali e consonanti

Esiste l’O “scillo”, un tipo di O molto instabile, così come la I di tipo “n ciampo” che rischia di cadere quasi sempre. Esistono vari tipi di B, come la B “alera”, molto in voga qualche anno fa, c’è poi anche una B molto usata per le supposte, ovvero una B né originale, né innovativa, ma utile per le colonscopie, una B che non citiamo, ma sappiamo che c’è. 
Nel gruppo delle “ticanti” abbiamo la U, che con la “r” fa grattare, la F, che con “a” racchiude alcuni lavoratori.
Passiamo poi alle sibilanti: tra tutte le sibilanti prevale la S che saltella, ovvero la S di tipo “ussulto”, e dovremmo citarne tante, perché ce ne sono molte altre, ma inutile enumerarle tutte quante, queste sono le più usate.

E si potrebbe continuare, ma anche no*


*ovvero le ossa del diniego.

8 pensieri riguardo “Tipologia di vocali e consonanti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...