Bob l’orso – il buio e la neve, pagina 3


“Il buio è solo il contrario della luce, ci sono cose che avvengono con la luce e altre che avvengono col buio. Il buio crea la notte ed è la mancanza del Sole a fare la notte. Poi ci sono le stelle e la Luna, che hanno una luce tutta loro, e che si vedono meglio quando il Sole non c’è.”
“Le stelle?”
“Anche loro stanno alte alte, sopra le nuvole, ma pure di queste ti parlerò un’altra volta. Ora è meglio se rientri nella tana, anche perché sennò domani non sarai riposato per vedere la neve.”
“Giusto!” Esclamo risoluto Marcello, tappandosi subito dopo la bocca. Aveva parlato a voce alta, rischiando di svegliare gli altri.
Bob mise la sua zampona a terra, invitando il porcospino a salire, e quando fu sopra, con delicatezza lo rimise tra i fratellini, tante palline spinose dentro la scatola.
Marcello fece ciao con la zampetta a Bob, che rispose con la sua manona!
Soddisfatto l’orso si riaccovacciò e riprese a sonnecchiare. Forse avrebbe sognato le stelle o il sole al tramonto nel bosco, le ombre dei rami, che disegnavano a terra tante figure e che a lui sembravano le corna dei cervi. Un minuto dopo si addormentò profondamente.

[vai a pagina 2]

 

Licenza Creative Commons
Tutti i racconti sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Salvo laddove non sia espressamente indicata altra licenza.
Dove si applica, sono possibili adattamenti purché vengano condivisi allo stesso modo
https://ilperdilibri.wordpress.com