Sulle tracce dell’horror, i conigli

Che pensare del genere horror in letteratura? Già scrivere un buon thriller è dura, ma un horror? In stile Cose prezione, oppure IT, per citarne due grandiosi, oppure l’Esorcista, quelle son perle, però poi? Chi potrebbe pubblicare e pertanto chi scrivere un intero libro su una bambola che si risveglia posseduta da una divinità egizia o sumera (che voglio dire, son tutti lì i demoni? Mai un bel demone del nord del Canada!)

Già ma perché i conigli? Beh, leggete questa splendida recensione. E provate a scrivere voi un racconto horror con protagoniste creature tanto tenere.

Rimescoliamo le carte – Concorso Bisarca 2020

Ancora qualche giorno per votare, e come sempre si cambia l’ordine della presentazione dei racconti che partecipano al Concorso Bisarca 2020.

Eighties
Nuvole bianche
La danza dei numeri
Al buio
Appena oltre la follia
Falsa libertà

Va ricordato che: in questa prima fase si può leggere, rileggere e commentare, ma non votare. La votazione sarà possibile solo dal 26 maggio.

Il 26 maggio verrà inviato un post contrassegnato dal titolo Votazione Concorso Bisarca 2020 e sarà su quel post il luogo dove poter esprimere, con un commento, la propria UNICA preferenza. Si dovrà indicare VOTO PER e il titolo del racconto.

 

Presentazione dei racconti – Concorso Bisarca 2020

Ed ecco alla fine i racconti che partecipano al concorso, in ordine casuale. Un grazie enorme ai partecipanti, tutti!

Appena oltre la follia
Falsa libertà
La danza dei numeri
Al buio
Nuvole bianche
Eighties

In questa prima fase li potete leggere, rileggere e commentare, ma non votare. La votazione sarà possibile solo dal 26 maggio. C’è quindi una settimana di tempo per pensare.

Il 26 maggio verrà inviato un post contrassegnato dal titolo Votazione Concorso Bisarca 2020 e sarà su quel post il luogo dove poter esprimere, con un commento, la propria UNICA preferenza. Si dovrà indicare VOTO PER e il titolo del racconto.

 

2020 – Bisarca

Concorso Bisarca 2020, si avvicina la data della partenza!
Qui in breve un sunto delle regole

Il racconto dovrà essere almeno 1.000 caratteri ma non più di 2.000. Il tema sarà la parola “libertà” (si possono usare tutti i suoi significati, accezioni, concetti) e si dovrà inserire un qualche riferimento agli LP.
Ed ecco le date: dalle ore 00:00 del 2 Maggio 2020 alle ore 23:59 del 9 maggio 2020.

Il regolamento [>> QUI <<]
Ne abbiamo parlato in questo articolo


L’edizione 2019

E ricordate, non si vince niente! Se non la soddisfazione.

…scrivere e leggere on demand

Qualcuno lo fa? Cioè scrivere o leggere su richiesta…
Può valere per zii con nipoti, amici per altri amici, oppure per professione.

Scrivere su richiesta è cosa strana, rara, e può valere per tutto: qualche parente che chiede di scrivere delle fiabe, o un amico che ti dice “perché non diventi famoso scrivendo di…” e ti sparà lì un genere abusato in quel momento. Di solito questo avviene perché chi conosce lo pseudo-scrittore ricorda che alle medie componeva racconti divertenti, bei temi, magari aveva pure 8 a italiano*.
Poi ci sono i professionisti, quelli che scrivono per davvero, ma in generale, questo è un caso raro all’interno di una categoria rara.

Cosa c’è di peggio (meglio) poi che (dover) leggere su richiesta? Ovvero: o noh, chiunque scrive un libro, anche tu! E io, tuo amico, devo leggere per forza le sciocchezze che ti sono balenate in testa.

Il lettore on demand (suo malgrado) vede arrivare l’amico\a di turno con il nuovo incipit, le sue prime trenta pagine e sa già che gli toccherà sorbire il nuovo parto letterario, l’idea della vita. Impallidisce subito quando vede che si tratta di un genere televisivo abusato: giallo ovvero un nuovo ispettore, fantasy ovvero l’ennesimo mondo coi nomi che finiscono per consonante, erotico ovvero il nuovo manuale di uso e manutenzione degli organi sessuali! Di solito, ma non sempre, tutto ruota intorno a donne, raramente uomini. Donne emancipate e fortissime, ma con un oscuro passato**.

Questa seconda categoria, cioè i lettori a richiesta, è quella più ricercata. Costretti a sorbirsi le pazzesche vaccate scritte dai loro amici pseudo-scrittori, ma che per fortuna spesso si risolvono in poche decine di pagine lasciate a metà, perché, diciamolo, arrivare a 300/400.000 battute (un libro quindi di 150-200 pagine) è dura assai, ma a ogni nuova idea il provetto scrittore\trice si ripresenta***.
Il lettore ha sempre la stessa faccia, sorride felice, annuisce, ma dentro di sé ha il cuore che sanguina, e dovrà pure dare un parere, alla fine, positivo in larga parte.


*mica come ora che a scuola danno anche 9 e 10
**se ci metti anche le melanzane, nel passato, ti viene più scuro, sarà quello?
***come i peperoni

Le fiabe di Bob

Ok, questo post pubblicizza un dowload di una fiaba auto prodotta … Quindi questo post è da evitare

Ma chi vuole letture lievi, almeno credo, può leggere di Bob!
Qui sotto i nuovi disegni, un paio, aggiunti a questa edizione rivista e (molto) corretta (vai al download). Se lo scaricate, beh, ogni feedback è graditissimo.

[vai al download del libro]


Note: se i disegni vi sembrano disegnati da uno che disegna male, sappiate che vengono fatti a mano da uno che disegna male, apposta! dopo attento studio di marketing.