Un po’ di ordine

Che state leggendo? In questo periodo dove devo dare voce, poteri, e nebbie al Dormiente del lago*, sto leggendo molto, non solo sui blog.e mi sono rimasti impressi questi due articoli, uno dal blog di Tersite, l’altro dal blog Niente Panico. Per leggerli clickate sugli stralci qui sotto.

Il primo raccontoparla di Villa Petri, un luogo molto molto inquietante

II-VillaPetri

Il secondo dei vostri mostri preferiti

niente-panico-angeli

Chi è il dormiente del lago? Mah, forse Emma lo sa. Ma lo scoprirete solo arrivando in fondo…

mezzo-titolo-emma.png

*  il Dormiente del lago è una fantasia antica, è sia materiale che immateriale, esiste se lo si considera esistente, si manifesta quando lo si è visto almeno una volta. Nasce da dentro di noi, perché di queste creature ce n’è sempre traccia in ognuno, e il suo aspetto varia a seconda di chi guarda.

 

 

Annunci

E’ tempo di brina

hel_20-ah901_brinaPiccolo (e freddo) racconto di inverno, anche se siamo in autunno. Ci si porta avanti.
[Leggi il breve Brina]

Brina

È un giorno come tanti altri, un giovedì come tanti altri, solo che stavolta la temperatura è sotto zero. La sera prima ha nevischiato, la notte gelida ha regalato quel fermo immagine grigio blu che dà la brina. Se non ci fossero mille veicoli che si muovono a passo d’uomo in colonna, tra cavalcavia e svincoli autostradali, il paesaggio …

Le avventure di Emma a 10,40€ venerdì 7-dicembre-2018.
L’immagine che vedete, rappresenta bene una delle case descritte nel libro, in particolare la casa di Amanda.

7 dicembre – ancora questione di prezzo

Emma PosterVenerdì 7 dicembre 2018 verrà offerta a 10,40€ la versione cartacea di Le avventure di Emma Mancini (special edition) in vendita su Amazon. Ok ok, lo so, è piena internet di blog di autori in erba che si auto-pubblicizzano, vero, poi la pianto, del resto, negli ultimi anni, non ho mai fatto tanta pubblicità a qualcosa di mio… perciò visto e considerato che l’editore ha praticato uno sconto del (circa) 35%*, perché non dirlo. Cambia la copertina, nuove illustrazioni. Il contenuto è sempre lo stesso. Si tratta di un libro per preadolescenti? Anche, ma è piaciuto a un pubblico adulto? Sì, anche a chi ama i fumetti giapponesi, o Harry Potter o i libri di Alan Bradley (ok, la Rowling è la Rowling, non è che c’è competizione e Bradley ha un curriculum spaventoso). Contiene avventura? Altroché.

E il valore economico? A questo punto, il costo per pagina è circa 0,55 euro. Ne avevo già parlato un paio di articoli fa. Quanto è pertinente assegnare un valore “secco” a un libro, ha senso? Forse no, ma il pensiero viene. E il posizionamento – economico – del libro di un esordiente? Un libro il cui target non è così definito.
E un’altra domanda: chi ha già pubblicato dei libri, come si sente quando compone articoli di questa natura? E voi, che avreste scritto al posto mio?

[Vai all’offerta]

*spero di non avere sbagliato il calcolo.

Continua a leggere “7 dicembre – ancora questione di prezzo”

Emma – Il Thriller della zucca

zucca-giallaPoiché il blog ilperdilibri è ancora in letargo e poiché questo 31 ottore – 1 novembre è passato in sordina, baro e ripropongo un vecchio vecchio racconto per ragazzi.

Quando Emma uscì dal palazzo che fungeva da alloggio degli studenti, quella mattina era sola; intorno non c’era nessuno, era davvero presto, troppo presto per gli altri e anche per lei. Si era svegliata prima dell’alba, perché durante la notte aveva dormito davvero male; dei pensieri l’avevano tenuta in quella specie di dormiveglia agitato e abitato da sogni: subito li aveva dimenticati ma, comunque inquietanti, non l’avevano lasciata dormire.

Continua a leggere Emma – Il Thriller della zucca

Ok, così… è barare, lo ammetto, ma mica uno può sempre essere prolifico e ispirato.

Avete Goodreads e Anobii?

Good-Bii_90Avete Goodreads? No perché se ce l’avete e lo tenete aggiornato vi dico subito: bravi!
Qualche migliaio di anni fa, anche solo per tenere il conto dei libri che leggevo quando ero un forte lettore (ora potrei essere un lettore forte se andassi in palestra) mi ero iscritto a Anobii. Poi, su suggerimento di non ricordo più chi, mi ero rivolto a Goodreads. E quindi allineavo i due profili costantemente? Esatto, in pratica un lavoro.
Perché? Perché era interessante seguire alcuni aspetti dei due mondi. Che differenze ho trovato?
Ecco, Anobii l’ho sempre considerato un repository (wow inglesismo inutile) di libri, una specie di libreria virtuale dove inserire i volumi letti, un po’ un inno a me stesso lettore.
Goodreads lo volevo usare come luogo sociale (non per socializzare) ovvero un mezzo per leggere discussioni su questo o quel genere e approfondire argomenti di varia natura. Mi ricordo a tal proposito tutto un filone dedicato al perché e percome di certa letteratura finlandese*.
Bene, questo in linea di principio, poi? Poi il tempo, la voglia, insomma tutto ha contribuito a far raffreddare l’entusiasmo, e perciò il mio impegno si è rarefatto. Ora? Ora resiste solo Anobii, dove ripongo (a cadenza semestrale) i libri letti.
E voi? E soprattutto, ma lo sapete che su Goodreads è apparso pure Emma e non sono stato io? Be’ se vi capita date un’occhiata e se lo avete letto dategli un voto.

Altra cosa, sto scrivendo una nuova serie di avventure alla storia di Emma, perché per lei il percorso non è ancora finito, e ho una domanda: quanto “terrore” ci può essere in un libro destinato a preadolescenti? Chiedo questo perché ho avuto pareri discordanti, soprattutto ho amici ben più che adolescenti, che sono rimasti un po’ spaventati… Forse perché il racconto fa leva su ricordi ancestrali? Quando non sapevamo cosa potesse esserci sotto al letto? Oddio io neanche adesso lo, almeno finché non passo l’aspirapolvere…

A breve invece vi sorbirete un bell’articolo sui Thriller e su un parto della mia (malata?) mente.

*giuro, l’ho seguito davvero.

[Link all’articolo]

Recensione recensione

Dal blog Tuttolandia1 – recensione

Emma è una bambina dalla personaltà vivace e dotata di una curiosità che la porta a scandagliare luoghi misteriosi,
ad esempio la casa nera, la biblioteca del colleggio di Torre in Poggio e i suoi sotterranei.
Nel suo cammino Emma incontrerà persone “speciali” che la guideranno verso la conoscenza della parte misteriosa che è in lei e che non sapeva di avere…
Incontrerà figure malefiche e poteri sovarnnaturali.

Articolo originale Le avventure di Emma Mancini – Gianni Gregoroni

Ancora importati soddisfazioni. Per essere uno scribacchino non del mestiere, con un passato fatto da materie tecniche, e che non ha fatto corsi di scrittura creativa, i pareri dei lettori sono un premio concreto.

Di fuovo grazie per averlo letto e apprezzato.