Gioco di ruolo delle avventure di Emma


Il personaggio di Emma Mancini si muove all’interno di un mondo che di fatto è il nostro, in una zona del nostro Paese, zona mai citata con precisione, e che dovrebbe (o vorrebbe) essere un “ovunque” tra Emilia, Toscana e Lazio, un imprecisato “in mezzo” perfettamente riconoscibile, eppure inesistente. E’ un po’ come trovarsi in una Silent Hill e cittadine nei dintorni, oppure in una di quelle contee non ben definite, dove si svolgono i casi di questo o quell’ispettore.

Di che parla il gioco? Di magia, di arcani misteri, di spettri, di streghe e incantesimi, sì perché il fulcro di tutto è il diventare strega o stregone, come si deve*.

Le regole ci sono, cosa manca è il playtest, o meglio, la sua conclusione. Sulla base di questo si può solo dire:

il 20/12/2020 non finirà il mondo, ma ci saranno le regole e una prima avventura basata sul racconto La casa Nera.


*anche perché è tratto da storie dove le protagoniste cercano di diventare streghe, non poteva che essere così.