E se il prossimo…

…e se il prossimo Crom Award parlasse di musica? Certo, il tenore del Crom Award è sempre un goliardico inneggiare a temi fantasy: magia, spade, castelli da espugnare. Del resto Crom è una divinità cimmera, nata dalla penna di uno scrittore fantasy, forgiato dall’inchiostro (il dio non l’autore) della stregoneria, da che ci si attende quel non so che di magico. Ma… la musica? Come la musica potrebbe fare da tema a un racconto che partecipa al Crom Award 2022? In fondo tutte le trasposizioni cinematografiche dell’eroe cimmero hanno beneficiato di grandi colonne sonore no?
Quindi … perché non dare ai racconti del prossimo Crom Award una musica, ovvero richiedere che la musica sia una dei protagonisti?
Le date del Crom Award 2022? Come sempre a novembre, dal 3 al 10 novembre 2022.

Presto il nuovo regolamento


Lettura consigliata Eco del grande canto, David Gemmell, non il migliore dei suoi libri, ma comunque un bel fantasy (Titolo originale Echoes of the Great Song, 1997)

Pubblicità

Sardine

Il cielo era sgombro di nuvole, se ne sentiva l’odore, come d’olio e sale e quel non so che di umido. In basso il parcheggio pavimentato a lisca di pesce, richiamava ai ricordi di infanzia a Porto Rodondo, accerchiato da amici che facevano quadrato, per un problema quasi impossibile da risolvere, la faccia da triglia.

Sguardi

Diede uno sguardo alla stanza vuota, che lo prese senza dire niente, ma del resto era vuota, così almeno adesso aveva qualcosa. Dopo un po’ preferì tornare sui propri passi, calpestandoli. Era fatto così.
Passò di lì una vecchia fiamma, per fortuna il posto era ignifugo, diede un breve sguardo anche a lei, che non se ne avvide e andò avanti per la sua strada: dannazione, ne aveva comprato un bel pezzo, e per non camminarci sopra toccava fare un bel giro.
Mentre proseguiva percepì sguardi imbarazzati, da chi non lo seppe mai, sguardi arrosati, che però restarono nell’ombra. Si voltò di scatto, ma niente. Buttò uno sguardo in tutte le direzioni, questi fecero un po’ di rumore rimbalzando sull’asfalto drenante. Non troppo però. Nessuno rispose ai suo sguardi, va anche detto che gli sguardi non dissero niente, e pertanto nessuno lì sentì.
Passò oltre una vetrina in allestimento e sparì in un vicolo. Adorava quel potere!


Solitario

Era un uomo solitario, si giocava a carte da solo, ma perdeva sempre. Quando camminava per le strade, sceglieva strade buie, per non mettere in imbarazzo la propria ombra, che pur di lasciarlo solo non lo seguiva mai.
A un certo punto cercò di andarsene anche lui, per lasciarsi un po’ di spazi.

Decaloghi consigli e fantascienza

…oppure non servono? Comunque sia, per chi volesse cimentarsi e ottenere il responso di una giuria competente:

Urania Mondadori bandisce la nuova edizione del premio Urania per il miglior romanzo di fantascienza italiano inedito.
IL CONCORSO SI SVOLGERÀ SECONDO LE SEGUENTI NORME:
1. Sono ammesse solo le opere in lingua italiana, inedite. I romanzi dovranno avere una lunghezza minima di 200 cartelle dattiloscritte e una massima di 300 (di 2000 battute ciascuna, spazi vuoti compresi).
2. È consentito partecipare con una sola opera.
3. Il contenuto dovrà essere strettamente fantascientifico. Non saranno accettate opere di fantasy o weird/horror.
4. …

gli altri punti del regolamento si trovano al link qui sotto

http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2022/07/13/premio-urania-2022/

Riflettendo sui punti è interessante sottolineare il 3 contenuto fantascientifico, il famoso what if. Anche la lunghezza non è male, 200 pagine minimo di 2000 battute ciascuna (ok, valgono spazi e puteggiatura) non è poco.


Qui di seguito un link a una pagina dissacrante e odiosa, chi scrive con passione e diletto, non clicki.

Altrimenti clickare qua


Racconto della settimana – La lancia del re

Il racconto proposto è un classico del genere fantasy “sword&sorcery”, un genere che va maneggiato con cura per non scadere nell’esagerato e poi nel ridicolo. E’ un genere poco italiano, molto anglosassone, che fa la felicità di chi ama R.E. Howard, lo scrittore che ha creato il mondo di Conan il barbaro e del suo dio dell’acciaio Crom. Molti gli emuli che hanno partorito tutta una serie di libri (non sempre all’altezza) usati come fondamenta e background di giochi da tavolo, e videogames, fino ad arrivare ai film, alcuni di culto, tanta la loro “b-moviaggine”.
Su questo genere se ne potrebbe parlare per ore (leggete qua) soprattutto di come la sua interpretazione abbia contaminato mitologie di altra natura (vedi la serie di Ercules e Xena, diventati dei fantasy medievali a tutto tondo).
Comunque, se nel cosplay abbiamo streghe e stregoni, maghi e maghe, demoni guerriere e guerrieri in armatura, lo dobbiamo anche a questo genere-cultura. O no?

Qui sotto i link alle tre parti del racconto di Liz, scritto con passione, con il compiaciuto disinteresse di Crom, perché a Crom non frega niente di queste cose, ma se ne compiace.

Il racconto della settimana

Dalla prossima settimana parte la rubrica Il racconto della settimana, per circa un mesetto il blog farà da cassa di risonanza (vabbe’) ai racconti incocciati in giro, che verranno segnalati qui, un po’ per la soddisfazione nel farlo (e quindi nel leggerli) un po’ per la pigrizia nel non doverne scrivere di nuovi. Doppio vantaggio.

Sulla pigrizia e sulle sue proprietà benefiche* ci sarebbe tanto da scrivere, non viene fatto perché i migliori che potrebbero farlo sono pigri.

A presto

Ps.: preparate i vostri racconti fantasy, il Crom Award 2022 ci sarà. Quest’anno sarà possibile partecipare con racconti lunghi, ma è presto per parlare di regole… Crom non le ha ancora fatte scrivere ai suoi schiavi. Il premio finale, al solito, sarà la grande soddisfazione e la gloria**!

*vuoi mettere!
**anche qui, vuoi mettere!

Il silenzio, però…

…Come si sarà notato il comitato organizzatore del Concorso Bisarca 2022 è rimasto pressoché in silenzio durante tutta la durata dello stesso, c’è una ragione, non influenzare, restare a lato della manifestazione, non influire sui voti sui commenti, neanche esprimendo un commento banale, o un like. Però il comitato ha letto e apprezzato ogni commento, ogni meravigliosa risposta ai reciproci pensieri e commenti, e la deriva profonda che i dialoghi hanno preso, e che hanno arricchito questa edizione.

Che dire… grazie, questo adesso si può dire, a votazioni chiusi, vincitori tutti, direi.

Risultati del Concorso Bisarca 2022

Anche questa edizione del Concorso arriva al dunque, ai risultati. Come sempre niente potrebbe accadere senza la partecipazione del pubblico e dei concorrenti. I racconti hanno suscitato un mare di commenti, e questo già di per sé è positivo, e rende vivo il concorso. A tutti grazie, ancora una volta grazie.

Ma ecco i risultati

Primi a parimerito

Il motivo e Nemico orgoglio

si segnala anche, fuori concorso (e quindi non votabile ai fini della classifica)

La Maledizione del Grimorio Oscuro

Arrivederci alla prossima edizione 2023, e soprattutto pronti per il nuovo Crom Award 2022