Manca poco alla partenza del Crom Award 2020

Crom Award 2020, il concorso letterario, fantasy, per racconti inediti e non, non a premi, dove si vince solo la gloria, e anche un minimo di soddisfazione.

[Regolamento]

Partecipate numerosi, o anche no, comunque vada sarà un successo.

E visto che il tempo sta peggiorando, indossate l’armatura di maglia, che fa freschino!

Vi ricordo i tempi: saranno accettati racconti spediti nel periodo 3 novembre (ore 8:00) 10 novembre (23:59). Dove spedirli? Leggete il regolamento.
E se non dovesse partecipare nessuno? A Crom non frega molto degli umani che non si cimentano con ardore, quindi non succederà niente.

 

Crom Award 2020 – anteprima delle regole

Sebbene le regole ufficiali verranno pubblicate il 15 ottobre (alle 10:30 del mattino*) qui di seguito alcune anticipazioni.

Come già detto il racconto potrà essere lungo massimo 5 cartelle (ogni cartella è 30 righe da 60 colonne, fatti due calcoli sono 1800 battute a pagina, quindi il totale sarà di 9.000 battute? Anche oppure come detto sopra, cinque pagine… ).
Questo lascia una certa libertà a chi scrive (direi che c’è spazio per un racconto di un certo respiro). Nelle 9.000 battute c’è incluso tutto, titolo, punteggiatura, spazi, a capo, eccetera.
Non c’è alcun vincolo invece per il resto, ovvero si potrebbe partecipare anche con un racconto di un solo carattere, certo, sarebbe dura capire il senso del racconto di lunghezza uno! Ma di fatto non ci sono limitazioni.

Il titolo è incluso nelle cinque cartelle.

Il racconto deve essere fantasy e per fantasy si intende mondo fantastico in senso generale, senza limiti alla fantasia (appunto) ma non fantascienza. Tanto per fare un esempio, tiro fuori un vecchio racconto – fantasy classica direi banale – sulla bella Ty. Ognuno però può scegliere il proprio.

Che altro? Beh il metro di giudizio: si potrà votare solo se si sarà commentato ogni racconto, anche i partecipanti potranno votare, i partecipanti potranno votare anche il proprio lavoro.

Cosa si vince? La possibilità di fregiarsi del titolo di Crom Award Winner 2020! Non basta? Beh spiegatelo a Crom.


*così, arbitrario… potevano essere le 11? Certo, ma no, le 10:30

Crom Award 2020

Qualche secolo fa, almeno bloggisticamente parlando, venne istituito il Crom Award, premio che si assegna al quel pugno di blog più cimmeri, più duri, più fantasy e anche un po’ suonati.

Il Crom Award ha avuto una pausa nel 2019, certo, ma Crom non ha dimenticato i suoi sudditi (sarebbe meglio dire schiavi va’) anche perché  Crom ignora tutti o quasi, ma non li dimentica mai.

E quindi? Beh, segnalate voi quali potrebbero essere i più papabili blog per questo Potente quanto Inutile premio.

E ora un contributo video…

Grande Max

 

CROM E’ TORNATO

Il Crom Award, sissignori, questo premio dove non si vince niente e che se si vuole si può ignorare è tornato. Puntuale come l’emicrania dopo due bottiglie di tequila, preciso come un treno giapponese, svelto a insinuarsi nei vostri blog come una spia al soldo di qualche ente governativo deviato (ok, scherzo, dai, si fa per ridere!).

Chi è Crom? La domanda non meriterebbe d’essere degnata ma visto che un link a Wikipedia (Ok, ho dato il mio contributo, posso linkare!) non si nega a nessuno… Ecco il link a Crom!

Cos’è il Crom Award allora? Niente altro che un momento per brindare, per schiacciare i nemici, per vabbe’ ci siamo intesi. in fondo è una divinità dei Cimmeri, questi abitavano tra colli ferrosi (altri, non quelli di Tolkien) nevi eterne, lupi, scorribande… insomma mai una gioia se non la felicità di forgiare la propria spada e scuoiare qualche daino qua e là!

Chi l’ha vinto per il 2018?

Quest’anno Crom ha deciso (tramite me e anche WordPress via!) di premiare

Fortezza nascosta
Kasabake
Niente Panico
Pendolante
Al di là del muro del sogno

Le motivazioni sono molteplici come molteplici i blog che non ho segnalato e che pure sono epici. Crom è così, si fa i fatti suoi… Io mi sono mosso come umile pedone in G4.

Che si fa quando si riceve il Crom Award? Poche regole

1 – si beve roba forte in calici di foggia epica (teschi, metalli vari, cristallo tagliente, insomma fate voi)
2 – si libera qualche prigioniero da catacombe o templi innalzati a altre divinità
3 – si combatte contro il male ma non perché è giusto, ma solo perché ci va così, che sennò so’ buoni tutti
4 – si inseguono i nemici, con ogni mezzo, ma soprattutto a cavallo, perché si sa è troppo fantasy
5 – si cavalca per settimane per ottemperare i punti da 2 a 4 e anche per dissetarsi in qualche bettola, così da spuntare pure il punto 1

Chi altri si deve nominare? Chi volete, se vi va. Che si deve fare poi? Se vi va create un post che innalzi i vostri canti a Crom, tanto Crom non ascolta, e potete pure stonare.
E ora Musica.

Immagini tratte dal film Conan il Barbaro quello dell’82  con la sceneggiatura di Oliver Sone e Johm Milius quest’ultimo pure alla regia, Swarzy nei panni del cimmero, eccetera eccetera.

 

 

OK, questa è in effetti delirante.

Non credo siano passate più di 20 ore da quando Kasabake mi ha detto che meritavo una risposta delirante e sincera… io so che lui non delira mai, che racconta, cita e afferma con lucidità. Infatti il suo blog è semplicemente adorabile.

swordinthestormgemmellDevo dire che in risposta al premio Crom Award ha dato il meglio di sé e che, beh ecco forse aveva ragione, è stato un po’ delirante, e magnifico! Leggete qua sotto, leggete! Crom sarà fiero. Un racconto intenso degno di Gemmell e che mi ha ricordato il bellissimo Spada nella tempesta. E allora è proprio la copertina inglese di quel libro che dedico a quanto segue! Clickate e leggete.

Continua a leggere “OK, questa è in effetti delirante.”