Slotin, una storia incredibile

Adorando il blog di Tersite, e lo stile con cui scrive i post, sono un poco di parte. Dovevo parlare della storia del drago, della sua pericolosa coda, che poi altro non è che la ricerca per la bomba atomica, la prossima settimana, anzi quella dopo ancora, ma non ce la faccio, devo fare l’ennesimo post con link all’inizio del tutto.

[vai alla storia]

Quasi subito la storia diventa affascinante, sconcertante, quasi mitico. La vicenda viene raccontata sì romanzata, e sì, è commentata dall’autrice che dà un valore aggiunto e prende pieghe divertenti, ma è vera!

C’è da domandarsi come sia stato possibile che tutto sia andato (più o meno) bene.
Si capisce che, la scienza, quando applicata alla tecnologia, arriva a delle vette potenzialmente imputabili alla magia.

Annunci

I lettori che mancano, i perché ma non i per come

Come più volte affermato su questo blog, la fantascienza è poco letta, specie in Italia*. La domanda è una sola perché? Però una domanda così ad alto livello si suddivide in mille altre, allora vediamo di elencarne alcune, chi vuole può cimentarsi e aggiungere i suoi perchè o rispondere a quelli qui sotto. Ah la foto è il delizioso decollo della Repentaglia IV, indimenticabile, forse ultima opera d’ingegno di Ettore Majorana, o no?

  • perché è tutta roba vecchia
  • perché parla sempre di distopie
  • perché fa troppo uso di “effetti speciali”
  • perché è letta prevalentemente da uomini, che leggono meno
  • perché viene considerata di scarsa qualità
  • perché c’è così tanto da leggere che non interessa
  • perché è fin troppo incredibile
  • perché è disonorevole farsi “beccare” con un libro di fantascienza
  • perché perché … un sacco di perché

Poi succede che Hunger Games spopola, e le persone che l’hanno letto riletto e visto il film… continuano a dire che non leggono fantascienza né la amano. Che sia, alla fine, solo una questione di immedesimazione?

Chissà, forse è l’unico perché? O forse è perché è giusto così?

*no, non cito fonti! 😀 ma basta guardare le classifiche delle vendite on line di Amazon, IBS e Mondadori per vedere che non ci sono, ma si trovano gialli (crimini efferati a gogo) storie di famiglia, saggi, consigli, diari… qualche classico

Storia horror, titolo provvisorio e…


Anche se, come dice la stessa autrice, è ancora tutto in divenire, il roseto* curato da Blodyivy, cioè il suo blog, cela il racconto Procuste. A mio modesto parere è un racconto (a puntate) degno degnissimo d’essere letto. E’ il primo dei racconti online di cui avevo accennato >> QUI << (ma clickare su QUI è superfluo). Lo stile è fluido, scorrevole, non banale, insomma diverte. Io ci ho trovato un po’ del mio adorato HP Lovecraft e suoi coevi.

Certo, non tutti sono contenti nel seguire un racconto online, ma chi vuole provare, può clickare sul link qui sotto che porta all’indice.

[Vai all’indice del racconto]


* mi immagino che il roseto sia ardente.

Racconti on line

L’idea di scrivere un racconto online viene a molti, e se ne trovano molti online, ma poi chi li legge? Cioè quanti leggono davvero una serie di racconti pubblicati su blog e siti? E quanti poi sono davvero validi?

Dalla prossima settimana è mia intenzione segnalare qualche racconto interessante che seguo in alcuni casi da mesi!

Intanto li nomino e vi metto i link! Non di tutti ho messo l’indice, ma solo perché in alcuni casi, non c’è, o non l’ho trovato.

[https://bloodyivy.it/] con il suo racconto horror a puntate
[https://inchiostroesilenzio.wordpress.com] e la sua deliziosa Margot
[https://eliaspallanzanivive.wordpress.com/foo-meth/indice] il delizioso foometto
[https://tersiteblog.wordpress.com/2019/06/28/a-dragons-tail-n1] e la sua coda\racconto del drago (radioattivo)

Presto ne parlerò in modo più approfondito.

 

Un caldo che squaglia

Era l’agosto dell’anno scorso quando, per via del caldo, e forse anche di qualche birra, venne composto il nano-racconto intitolato La Squaglia. Cos’è la Squaglia? Descriverlo con certezza non si può, forse un animale che si è estinto.

[Leggi La Squaglia] con rischio d’incendio.

Chi altri si è cimentato nella scrittura (ri)creativa con il caldo? Oppure è il maglione, la tazza del te, il vetro della finestra rigato dalle gocce del temporale, a favorire la scrittura?

Mettiamoci anche un bel gatto, il fuoco che arde nel caminetto, il bosco immerso nel buio, il vento che ulula. E qui viene fuori l’altra domanda: ma gli scrittori stanno tutti in montagna?

5°concorso – Booktribu

Prontamente ribloggo che…

5° Concorso Letterario Nazionale: Pronti? Via!

26 giugno 2019

Con l’estate, in arrivo la Quinta edizione del nostro Concorso Letterario Nazionale!

Il periodo migliore per dedicarsi alla lettura, alla scrittura e per candidare il proprio romanzo inedito.

Stiamo costituendo la nuova squadra di Lettori Forti di quest’anno. Mancano solo gli Scrittori! Sono già dodici gli Autori premiati nelle scorse edizioni, dal Premio Community, al Premio Trama, il Premio Mainstream, il Premio Young Adult e tanti altri… Quale sarà il prossimo Premio? E soprattutto, chi sarà il prossimo vincitore?
Quest’anno, una novità. Ci sarà una sezione dedicata ai racconti, con tema “Live Your Belief” – “vivi ciò in cui credi” il payoff di BookTribu, e i migliori costituiranno…

[Vai all’articolo] [Vai al regolamento]