Vaansta by EvelynArtWork

Giorni or sono sono inciampato nel blog di Evelyn, una artista disegnatrice / fumettista a cui, con una certa faccia tosta, ho proposto di dare un volto a Vaansta, un personaggio di rilievo nella mini saga (ancora da editare sigh!) fantasy che qualche tempo fa scrissi per puro sollazzo personale! Evelyn ha accettato e si è cimentata in due opere:

la prima opera è consistita nella lettura dei due volumetti di cui è composto per ora il racconto;
la seconda, la più importante, nell’interpretazione di come poteva apparire Vaansta.

Chi è Vaansta lo spiego qui, le immagini le vedete qui sotto. Perché ce ne sono due? Semplice, se noterete hanno due layout leggermente diversi e un diverso contrasto / opacità. Premesso che l’interpretazione di Evelyn è davvero bella, Voi quale scegliereste? Votate se volete! Quando avrò il vostro parere userò l’immagine prescelta come copertina del primo volume. Ovviamente non ho parole per ringraziare la gentilezza di Evelyn.
Se ricorderete avevo già chiesto a Alidivelluto di farmi una copertina e anche lui, gentilissimo, ne ha creata una a posta per me (ragazzi davvero sono commosso) che verrà usata per il terzo volume della saga.

Clickate per ingrandire o non noterete le differenze e poi votate votate votate (il sondaggio è più sotto).

Votate qui sotto

Di nuovo un enorme ringraziamento a Alidivelluto e a Evelyn. Ora non mi resta che decidermi a finire il terzo volumetto.

Annunci

Ogni riferimento è puramente casuale

Sono anni che seguo la striscia on-line (o web-comic) di Rich Burlew, The Order of the Stick, e devo dire che mi ha sempre strappato una risata e allietato la giornata. La caratteristica di questo fumetto è l’uso costante degli schemi, dei plot e delle sottotrame, di ciò che è ed è stato scritto o messo in scena nella e della letteratura fantasy. Il genere non è certo nuovissimo e in cento e più anni hai voglia a ripetizioni e lo dimostra anche questa vignetta dove, uno dei personaggi parlando a riguardo della propria origine dichiara che essa è avvolta nel mistero e lo è giusto perché verrà svelata più avanti diventando parte della trama stessa, anzi dando sale al racconto.
Quante volte l’avete vista ‘sta cosa? Decine centinaia? Si dice che tizio sia figlio di X e Y ma non è ben chiaro, che quello sia il personaggio K ma poi scopriamo che… Rich quando fa queste giocate mettendo a nudo questi trucchetti be’, lo adoro.

Se vi viene in mente qualche riferimento a Games of Throne è puramente casuale

link a...

Link a…

link b...

Link b…

link c...

Link c…

Molto rumore per…

Qualcosa come 3 mesi fa, abbondanti, vi chiesi di condividere vostri racconti da leggere, lo spiegai nel post al link qui >> LINK << Ora lungi da me richiedere altro materiale, sono neanche a un terzo della lettura di quanto inviatomi dai primi che risposero… Però se intanto voi voleste leggere quanto è stato linkato in quel post…
E qui sotto un po’ di sano rock!

Viva la rai – http vs https

Ehilà… volendo rivedere un film che mi ero perso dal sito rai tv, rivedi la rai eccetera, mi sono collegato come faccio sempre, stavolta però mi son trovato il “cartello” registrati se vuoi vedere il contenuto multimediale (tra l’altro parte dal 21 agosto 2017 l’obbligo…) e che ti trovo appunto nel 2017? Un pagina di login e quella di registrazione in chiaro, non crittografata non https per intenderci! 🙂 Io me ne so’ accorto ora, perché solo ora ne ho avuto bisogno, ma chissà da quanto… A rischio di farmi aumentare il canone  (beh, è nella bolletta elettrica, cosa potrebbero farmi di più?) o diffidare per averlo scritto… vi illustro cosa intendo.

Qui sotto la registrazione

Qui la pagina di login

Qui se si clicka sul disegno del lucchetto rotto

Qui un particolare dei dati richiesti (nome, cognome, data di nascita, email)

Io ho scritto la cosa al loro servizio scrivi alla rai, ovviamente una connessione non sicura! 😀

Dopo che ho visto anche questa mi son detto, dai ne faccio un post! 🙂 🙂

PS.: ho fatto trascorrere qualche ora dopo la segnalazione, anche se non penso di essermene accorto solo io….

 

 

L’estate rovente è fonte di calore e calma piatta sui blog! 😉
Perlomeno sul mio!

Altra musica invernale…

Ma voi che esista un burattinaio, ci credete?
Ps.: so’ passati 17 anni da questo video quasi incredibile. Ormai è musica classica e tra qualche mese i nati durante l’anno duemila saranno maggiorenni.

Calma piatta…