Un giorno una vita


UN GIORNO UNA VITA

Tra gli innumerevoli spettacoli che la natura ci sa offrire l’alba e il tramonto possono essere considerati tra i più belli in assoluto, per le innumerevoli sfumature di colori, per la poesia e le emozioni che sanno suscitare e per quello che rappresentano: l’inizio e la fine.

Tutto ha un inizio e una fine, un ciclo nasce e arrivato alla sua conclusione, termina. 

Questo vale anche per la vita, anch’essa nasce proprio come l’alba, prima pian piano timidamente si affaccia sul mondo e acquista luce e forza, manifestandosi poi con tutto il suo splendore nell’aurora, un po’ presuntuosa e sfacciata proprio come l’adolescenza dove non si ha paura di niente e si pensa di poter far tutto.

Poi arriva la fase più riflessiva e stabile, per poi giungere a quella più romantica, calma, che lentamente perde la lucentezza e vividezza dei colori per acquisire toni più caldi, sfumature  fantastiche, che si uniscono e si intensificano con il svanire della luce in un fantastico tramonto che porterà lentamente al buio che accompagna la fine del giorno.

Il giorno poi rinasce di nuovo con l’alba del giorno dopo, ma è un altro giorno che non sarà mai uguale al precedente o al successivo, ed è giusto così, ognuno deve avere la sua chance, l’occasione per rendere quel giorno memorabile così, quando inevitabilmente giungerà al termine, si avrà il conseguente tramonto, più o meno bello.

Un giorno è troppo poco? Forse, o forse no, ci sono giorni che durano tanto ed altri, purtroppo, che durano troppo poco ma che, pur nella breve durata sono pieni di colori e sfumature fantastiche molto più di tanti altri.

Non ci è dato scegliere quale giorno avere, ma come riempirlo e colorarlo sì, dipende solo ed esclusivamente da noi, quindi armiamoci di colori e pennelli e facciamo del nostro giorno qualcosa di grande che rimanga nel ricordo di tanti e che possa terminare con uno dei tramonti più belli mai visti, che possa ricordarsi sempre con dolcezza e serenità e mai con dolore.

Racconto di Silvia

19 pensieri riguardo “Un giorno una vita

  1. proseguendo sulla scia del tuo binario parallelo tra vita dell’uomo e fasi del giorno, mi viene da augurarmi che il mio tramonto possa avere qualche nota di colore, non dico da tramonto caraibico, mi basterebbe un sole basso che tinga di rosso le ciminiere di un polo industriale 🙂
    ml

    Piace a 2 people

  2. Appare come una pagina di diario, parole di una vita. Forse non ho visto molto i toni del racconto ma è apprezzabile la narrazione dei paralleli riscontrati fra vita e giorno. Non condivido molto la visione per forza positiva, soprattutto del finale, ma è normale che in uno scritto ci si possa o meno identificare. Segnalo un refuso “con il svanire”, credo dovrebbe essere “con lo svanire”.

    "Mi piace"

    1. può essere, in realtà penso si possa dire in tutti e due i modi, comunque qui non è possibile fare correzioni ormai, più che una pagina di diario è solo una riflessione senza pretese, Buona serata.

      "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...