Lovecraft 130 – La cupa voliera del Conte Gracula

Reblog, per appassionati di HP… Lovecraft ovviamente   Lasciandomi distrarre da un sacco di menate collaterali (Lucius mi ha suggerito di tirare in ballo le locuste, come in The Blues Brothers, perciò sì, è stata colpa delle locuste. Delle locuste da Yuggoth) ho finito per rimandare il mio contributo a questo “giro di blog”, dedicato … Continua a leggere Lovecraft 130 – La cupa voliera del Conte Gracula

Reblog – Stranezze e abbandoni [13] – Barbara Picci

Dal prolifico e ben organizzato blog (devo dire invidiabile) di Barbara Picci. Oggetti e luoghi abbandonati, affascinanti. Molte delle cose che ho immaginato dall’infanzia a ora, sono scaturite da luoghi e oggetti abbandonati. Case, autobus, cantieri… Cosa troverete: una scala a chiocciola arrampicata verso il nulla in California; un Gulliver stramazzato a terra in Giappone; … Continua a leggere Reblog – Stranezze e abbandoni [13] – Barbara Picci

Leggere scrivere e fare di conto – Venerdì 13

Questo periodo è piuttosto intenso, si va sul finire dell’anno e questo fatto porta impegni e acciacchi. L’età l’umido, il fare e il disfare (un po’ come Merlino in Excalibur) Ma per non lasciare senza brillanti contenuti questo mio tenue blog, vi posto un link musicale e vi esorto a leggere, leggere leggere. Leggere fa … Continua a leggere Leggere scrivere e fare di conto – Venerdì 13

Nasce Mendel Edizioni, a cura di Elena Romanello – Liberi di scrivere

Dal blog di Elena Romanello Il momento non è certo dei più rosei per i libri e l’editoria, i dati dei primi mesi del 2020 sono a tratti sconfortanti, ma nonostante questo c’è chi ha ancora voglia di investire in questi universi: dopo le Edizioni Euridice si registra la nascita di un’altra realtà, la Mendel … Continua a leggere Nasce Mendel Edizioni, a cura di Elena Romanello – Liberi di scrivere

Eighties

Eighties Non so che ne sarà di questo mondo, ma io l’ho vissuto. Quello vero, però, mica quello fatto di bit. Quello in cui cammini e hai male ai piedi, tocchi la terra e ti ritrovi con le unghie nere. Quello in cui le praterie di libertà erano vaste. I messaggi erano solo quelli “in … Continua a leggere Eighties