Libri sul comò – e di nuovo in lista nera!

Credo di esservi finito di nuovo in spam… Eppure neanche scrivo chissà cosa nei blog degli altri, anzi forse è proprio perché scrivo poco o niente nei blog degli altri!! Temo che io vi finisca perché creo link nei miei post ai miei stessi post che poi cancello! Spammo me stesso insomma e magari a WordPress non va giù.

Ad ogni modo… Il titolo di questo post è inerente a cosa? Alla lettura! Quanti libri avete sul comodoino (o nella cartella dell’e-book reader?) Io in questo momento nessuno, li ho resi alla biblioteca perché non li riuscivo a finire (ma non ne dirò i titoli).

Come mai questa domanda? Lo spunto l’ho tratto da qua:

vignette_c_1ok

[Vedi articolo originale]

 

 

E quindi quanto leggete? No perché di gente che scrive ne conosco un sacco, ma lettori? 😛

Annunci

51 pensieri riguardo “Libri sul comò – e di nuovo in lista nera!

  1. Ciao 🙂
    L’ho scritto anche di là, la lettura è un argomento che mi tocca tanto, amo leggere, i libri, la carta, le pagine rilegate.
    Ecco il mio comodino 🙂

    Vecchia Calabria di Douglas
    Il Signore degli Anelli di Tolkien
    L’angelo della tempesta di Bronte
    Discorso sullo spirito positivo di Comte
    Una casa in Sicilia di Phelps (attualmente in lettura)
    Le poesie dell’ispettore Chen di Xiaolong

    Liked by 1 persona

      1. Be’ sul mio c’è stato per un bel po’ Le anime morte di Gogol (e un altro paio di volumi sulla teoria delle reti, oltre 2000 pagine!). Ma ora è sgombro…

        Mi piace

      1. Fa parte dei libri scritti da poeti, scrittori, artisti inglesi che durante i primi del 1900 venivano in Italia per il Gran Tour. Soggiornavano al sud, spesso si trasferivano definitivamente, per curarsi malattie che al Nord avrebbero avuto esiti infausti.
        Lo stesso vale per “Un casa in Sicilia”

        Liked by 1 persona

      2. Urca, mi rendi sempre più curioso. Il Gran Tour lo conosco, non sapevo dell’esistenza di libri ispirati da questo. Dovevo immaginarmelo, ma lo ignoravo. Segnati.

        Mi piace

      3. Be’ intanto posso consigliarti il libro sulle reti di Andrew S. Tanenbaum. Magari un po’ di settore… ma fa la sua porca figura su qualunque comodino!
        Scherzi a parte, affascinante periodo quello del nascente turismo europeo e in particolare italiano degli inizi del ‘900. Interrotto dalla prima guerra mondiale in modo così devastante, purtroppo.

        Mi piace

      4. Comunque se non mi trovi non importa. Non sono sicuro che sia un problema di wordpress, potrebbe essere il mio PC che non riesce a interagire con alcuni temi di wordpress stesso.

        Mi piace

  2. Io non riesco a leggere più niente da un paio di mesi a questa parte, eccetto un manuale di tecnica di produzione della birra e un libro, molto a rilento, Buio a mezzogiorno di A. Koestler. Credo che la colpa di tutto questo poco leggere non sia imputata alla mancanza di tempo, ma al fatto che in realtà io un comodino nemmeno ce l’ho.

    Liked by 1 persona

    1. Diciamo che il comodino spesso è virtuale. Può essere il termosifone, il tavolo da fumo, il cuscino non usato del divano tre piazze… E’ un posto fisico ma può essere ovunque. La stanchezza diminuisce la capacità di lettura.
      Riguardo il libro sulla birra anche quello ha una sua importanza sociale. Non demordere.

      Mi piace

      1. Io dico di non avere un comodino per convincermi che sia una valida motivazione, ma che sia un tentativo fallimentare è evidente 😀 il mio comodino virtuale è una scrivania enorme, dove non c’è un libro, ma almeno una decina. “Buio” è l’unico che tengo sotto il cuscino. Ci sto mettendo un’eternità per leggerlo.
        Il libro sulla birra è necessario, è ora di finirla con ‘ste storie che la bionda è per forza più leggera della rossa, che la Corona è una birra e che la doppio malto… ok, è troppo… La birra merita rispetto e i solito cavolo di stereotipi…

        Liked by 1 persona

      2. Parole sante (quelle sulla birra) occhio però che come sempre se si osserva l’abisso arriverà il momento in cui l’abisso osserverà te! 🙂 Quindi non mi diventare alcolista anonima, presentati sempre.
        Ora che ci penso credo di avere dimenticato il Cavaliere inesistente nel portabagali della macchina.
        Saltando di palo in frasca – e facendomi pubblicità – Emma è uscito. Anche se ancora non del tutto disponibile.
        Non ci credo ancora. La cosa divertente sarà fare la raccolta di pensieri di questi 100 giorni di editing.
        Non so ancora che titolo dare all’ “opera”!
        I 100 giorni di Emma, sembra drammatico.
        I 100 giorni dell’editor pare un film sulla CIA…
        mah! 🙂

        Mi piace

      3. Mi interessa il lato culturale della birra, oltre quello squisitamente tecnico. Fra l’altro berne troppa non mi riesce più, non c’ho il fisico.
        I 100 giorni di Emma? non saprei… potrei pensarci al titolo, i 100 giorni mi sembra molto altisonante 😀 per ora non sono molto in grado di intendere e volere, per cui mi taccio, non voglio consigliare a sproposito

        Liked by 1 persona

      4. Il titolo acchiappa vero? C’è da capire cosa posso scrivere che non violi quel tacito accordo di non divulgare i metodi eccetera eccetera… Boh, ci proverò.

        Mi piace

  3. dopo un periodo di oblio e il primo entusiasmo invernale per gli ebook, in estate sono tornata al cartaceo. In spiaggia c’è troppa luce per il tablet e il comodino è tornato a pesare. Ma è stato un buon peso specie se consideri che uno dei tanti libri di questa estate era di quasi 700 pagine! L’ho letto tutto in una decina di giorni, senza saltare:giuro!
    Ora ho ripreso il lavoro e Amos Oz è in attesa di ripresa. Poi sarà la volta della Mazzantini e della Torregrossa. Dovrò darmi una mossa perchè le signore non si fanno aspettare.

    Liked by 1 persona

  4. 😄😄😄 io quest’estate ho letto solo due libri, mi sarebbe piaciuto leggere un po’ di più ma poi la sera mi cade la palpebra e non riesco a reggere la stanchezza. Però sul comodino ne ho quattro o cinque che mi guardano e aspettano di essere presi, uno oltretutto è di Oscar Wilde che adoro e sono quasi alla fine 😉

    Liked by 1 persona

    1. Ciao, mi scuso se rispondo solo ora a questo tuo commento, ma me l’ero proprio perduto! Grazie di esser diventata mia follower!! Di normale passo sempre da tutti i blog che mi seguono (e mi leggo i loro contenuti) ultimamente sono stato un po’ preso e sono rimasto terribilmente indietro. Se ti fa piacere leggi pure e se hai commenti critiche (e pure insulti! 😀 ) non esitare.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...