Se il produttore foste voi

Quella che segue è una domanda semplice che necessità di una risposta complessa. Nei corsi di comunicazione, in barba ai consigli sul bel parlare, la definirebbero “domanda sfidante”… ve la faccio oggi, 14 agosto, durante una calda estate.
Mettiamo che abbiate scritto 10, 100? 1000? Sì dai, mille esageriamo, mille pagine di libro, un tomo alto così di un genere X dove X lo inventate voi ebbene: chi scegliereste come regista, cast, location, di chi i costumi, di chi la colonna sonora?

Pensateci un po’, pensate al genere, al regista preferito (o indicato) e via giù a rispondere a capo chino, magari dando una giustificazione.
Purtroppo e sottolineo purtroppo solo personaggi viventi, quindi Kubrick no, Laurence Olivier nemmeno…

E poi la parte più importante, qui in fondo, per vedere se avete letto anche questa riga qua: serial? oppure film (anche una serie)?

Io? Premesso che ci tornerò sopra, sia mai che i sogni si avverino, in fondo un po’ di stelle cadenti le ho pure viste… Be’ in questo momento scriverei un romanzo thriller fantascientifico, sceglierei una serie composta da 8 episodi di 55/60 minuti ambientato in Uk, Italia, Algeria e poi nello spazio, quella parte lì sarebbe ovviamente tutta in studio.

Per regista, attori e colonna sonora ci devo pensare… forse la colonna sonora la farei fare a più gruppi, e voi?
Dite la vostra se volete.

 

Dublin day-by-day – Itinerario degli scrittori (Day 1)

Pur ammettendo che la scusa del tempo scarso ormai è logora, infatti è da mesi che non scrivo un articolo lungo, ma uso quelli degli altri, approfitto dell’ottimo viaggio di Barbara (Picci) per ribloggare questo suo immergersi nei luoghi della scrittura, in particolare in Dublino!
Che la Guinness sia con lei! 😛

Barbara Picci

Dublin day-by-day - Itinerario degli scrittori (Day 1) Dublin day-by-day – Itinerario degli scrittori (Day 1)

Dublino, 11 agosto 2017 – Day 1

Se Dublino fosse distrutta, potrebbe essere ricostruita con la mia penna.
James Joyce

Ore 9:00
Oggi sarò Molly, Molly Bloom. Sono stata generata da James*. Non ho virgole, punti, punteggiatura**. Sono flusso, coscienza pura. Ulisse, il prode eroe omerico, ha ispirato il mio creatore e io ne sono Dublino - Statua James Joycediventata la sposa Penelope, anche se, diciamocelo, non le somiglio affatto. E non parlo certo del suo aspetto fisico, parlo degli scheletri, quelli gelosamente custoditi nei miei armadi che hanno visto tanti amanti. Essendo una nota cantante d’opera, d’altronde, le occasioni non mancano e io non mi tiro certo indietro. Anche mio marito Leopold non ha molto in comune col condottiero errante greco, a parte le sue frequenti distrazioni con (simil) dee, sacerdotesse (del lubrico ardore) e ninfee (nella sottospecie maniaca o ninfomaniaca).

View original post 612 altre parole

The Gathering Vol. 19: Reunion, Side A

Ennesimo capitolodella saga del Gathering, arrivata al volume 19. Bando alle ciance e leggete, leggete!

kasabake

Gathering-vol.-19-cover

Il sottotitolo di questo post avrebbe potuto essere “La Morte è sopravvalutata”, visto che qui parleremo di come cristallizzare il momento del decesso attraverso la perfetta imbalsamazione, di come rinascere a nuova vita dalle proprie ceneri ed infine di come aggirare il tristo mietitore, resuscitando e girovagando sotto forma di ectoplasma.

View original post 4.279 altre parole

Come si diventa ‘grandi’… su WRITERS N.13

Indietro di almeno 4 numeri, ribloggo questa rivista interessante. Questo numero parla della crescita – non in altezza !!
Ci sono numerosi racconti e poesie, da leggere sotto, be’ sotto le pale del ventilatore va’! 😀

Crazy Alice in Wonderland

Il nuovo numero della rivista on line di scrittura creativa che dirigo è finalmente on line!

Si chiamaWRITERS, è arrivata al suo tredicesimo numero e il tema che stavolta è stato affrontato dai suoi redattori e collaboratori è quello della “crescita personale”, del modo in cui, nelle esperienze di ognuno di noi, si diventa ‘grandi’.

La trovate qui: https://drive.google.com/file/d/0B36h81sAzbS9MWlXMnY2Ri1oNzg/view?usp=sharing

e qui: https://issuu.com/writersrivista/docs/writers_13

e qui: https://writersezine.wordpress.com/

e qui: https://www.facebook.com/writers.magazine/

per leggerla on line e scaricarla dove volete  e ovunque siate.

Queste le mie poche righe che aprono il numero, ve le metto qua, così magari vi viene voglia di andare a dare un’occhiata… che dite?

EDITORIALE

Nasce con queste poche righe il nuovo numero di WRITERS dedicato ad un tema complesso e intimamente ostico, quello della ‘crescita personale’, del modo in cui, per intendersi, nel percorso di vita di ognuno di noi si ha la…

View original post 522 altre parole

Quando neanche l’i7-4770…

È caldo.

Quando neanche l’ i7-4770 riesce a gestire il vostro blog, fatevi due domande…

Che intendo? Be’ che se clicko su alcuni blog, tra animazioni, filmati, widget che rimandano a portali, e un’anteprima dei primi 120 post, piantano una macchina con tale processore!! Az! 😀

È caldo, fate riposare le ventole del PC! Diminuite un po’ le centinaia di banner e post racchiusi nella vostra pagina 1…  E ora musica di primavera

 

 

 

Splatt! Ovvero come si usa il pomodoro a dovere

Mi ripeto, un po’ perché sono un pelandrone, scansafatiche, faticone, un po’ perché ritornerò su questo argomento. Buon pomodoro a tutti.

ilperdilibri

steelSe si va ad analizzare la filmografia di questi ultimi 40 anni, si incappa in una serie di film divenuti di culto…
tra Zombi, Cose dell’altro mondo, Bamboline più o meno sgozzate, turisti finiti tra le grinfie di orridi persecutori, potremmo stare qui sino al 2090… Direte voi: magari, vorrebbe dire che WP come piattaforma è stabilissima (e dai, lo è!) e che noi campiamo almeno altri 75 anni da adesso.
Nel genere splatter puro, horror splatter e thriller sanguinario, si sono cimentati grandi registi, Wes Craven, Sam Raimi, Dario Argento, George Romero, Joe Damato e via discorrendo, sino ai più recenti lavori di origine orientale che tra videocassette, pozzi e autobus abbandonati nella foresta e geisha impazzite, ci hanno regalato pagine (rosso sangue) indimenticabili (beh) a colpi di mostri cannibali e psicopatici dotati di motosega.
Per quanto riguarda gli artisti della carta Koontz, King, Rice, Grangé,  solo per citarne…

View original post 1.189 altre parole