Crom Award 2022 – continua…

…Continuano le letture. Domani alle ore 08:00 verrà pubblicato un nuovo post, su questo sarà possibile esprimere il proprio voto. Intanto, di nuovo, i racconti in lizza, in ordine pseudo casuale,.

ALLE VENTORDICI, MUSICA MAESTRO.

La melodia del bardo

Da solo contro il vento

Buona lettura

Pubblicità

Partito il Crom Award 2022

Il concorso non a premi ma quasi (potete vantarvene con gli amici a vostro piacimento e offrire bevande cimmeriche a chi desiderate) è cominciato. Siate prolifici o anche no, ma scrivete, almeno il titolo 🙂 E come sempre occhio che Crom vi guarda, o forse no.

Clicka qui per andare al regolamento del concorso Crom Award 2022

Il numero di pubblicità presenti in questo blog è aumentato oltremodo, almeno a occhio, ciò non dipende dal volere del blog stesso, il flag per limitarne il numero è settato, tuttavia essendo una piattaforma gratuita, è soggetta al volere e alle necessità di chi la gestisce. Non abbiatene contro Ilperdilibri…

E se il prossimo…

…e se il prossimo Crom Award parlasse di musica? Certo, il tenore del Crom Award è sempre un goliardico inneggiare a temi fantasy: magia, spade, castelli da espugnare. Del resto Crom è una divinità cimmera, nata dalla penna di uno scrittore fantasy, forgiato dall’inchiostro (il dio non l’autore) della stregoneria, da che ci si attende quel non so che di magico. Ma… la musica? Come la musica potrebbe fare da tema a un racconto che partecipa al Crom Award 2022? In fondo tutte le trasposizioni cinematografiche dell’eroe cimmero hanno beneficiato di grandi colonne sonore no?
Quindi … perché non dare ai racconti del prossimo Crom Award una musica, ovvero richiedere che la musica sia una dei protagonisti?
Le date del Crom Award 2022? Come sempre a novembre, dal 3 al 10 novembre 2022.

Presto il nuovo regolamento


Lettura consigliata Eco del grande canto, David Gemmell, non il migliore dei suoi libri, ma comunque un bel fantasy (Titolo originale Echoes of the Great Song, 1997)

Sguardi

Diede uno sguardo alla stanza vuota, che lo prese senza dire niente, ma del resto era vuota, così almeno adesso aveva qualcosa. Dopo un po’ preferì tornare sui propri passi, calpestandoli. Era fatto così.
Passò di lì una vecchia fiamma, per fortuna il posto era ignifugo, diede un breve sguardo anche a lei, che non se ne avvide e andò avanti per la sua strada: dannazione, ne aveva comprato un bel pezzo, e per non camminarci sopra toccava fare un bel giro.
Mentre proseguiva percepì sguardi imbarazzati, da chi non lo seppe mai, sguardi arrosati, che però restarono nell’ombra. Si voltò di scatto, ma niente. Buttò uno sguardo in tutte le direzioni, questi fecero un po’ di rumore rimbalzando sull’asfalto drenante. Non troppo però. Nessuno rispose ai suo sguardi, va anche detto che gli sguardi non dissero niente, e pertanto nessuno lì sentì.
Passò oltre una vetrina in allestimento e sparì in un vicolo. Adorava quel potere!


Solitario

Era un uomo solitario, si giocava a carte da solo, ma perdeva sempre. Quando camminava per le strade, sceglieva strade buie, per non mettere in imbarazzo la propria ombra, che pur di lasciarlo solo non lo seguiva mai.
A un certo punto cercò di andarsene anche lui, per lasciarsi un po’ di spazi.

Il silenzio, però…

…Come si sarà notato il comitato organizzatore del Concorso Bisarca 2022 è rimasto pressoché in silenzio durante tutta la durata dello stesso, c’è una ragione, non influenzare, restare a lato della manifestazione, non influire sui voti sui commenti, neanche esprimendo un commento banale, o un like. Però il comitato ha letto e apprezzato ogni commento, ogni meravigliosa risposta ai reciproci pensieri e commenti, e la deriva profonda che i dialoghi hanno preso, e che hanno arricchito questa edizione.

Che dire… grazie, questo adesso si può dire, a votazioni chiusi, vincitori tutti, direi.