E voi dove lo fate?

Si, lo so, il doppio senso, il facile alludere a quella cosa che muove il mondo è una banalità! Però a mia discolpa dirò che tutto il castello di racconti e storie che ho montato sino ad ora è basato sulle banalità, sul cliché, sul già visto e sul tentativo di sviscerare proprio quello, e perciò svelo che in questo articolo si parla di…

Letture!Scrittoio_901

Sì è così: dove leggete le vostre storie, i libri, i fumetti, le riviste ed i racconti?

Ora se questo fosse un film o un libro horror, la risposta più appropriata sarebbe: se si sta leggendo il Necronomico, lo si deve fare di notte, in una casa isolata, con vicino un bel cimitero di una qualche tribù a caso e possibilmente pronunciando delle frasi in sumero… Ma fortunatamente (diciamo) questo non lo è e allora vediamo i vari possibili luoghi.

Il più comodo (e anche quello più trendy) è seduti in poltrona ergonomica di legno svedese ecosostenibile davanti al fuoco, vicino alla finestra, mentre piove, con una tazza di tè bollente in mano. Possibilmente di tanto in tanto si dovrà guardare – sognanti – il panorama fuori, che come minimo dovrà dare sulle scogliere inglesi, che sennò non vale, che sennò so’ boni tutti! Ancora meglio se si abita in una zona tempestosa, in questo caso nella brughiera, e si legge mentre il vento infuria. In questo caso occhio a mastini o a fratellastri.

Il più sbagliato ovvero a letto, perché il letto ha un potere terribile, vi inghiotte, vi coccola, vi tiene caldi e alla fine è come l’Unico Anello, vi catturerà trasportandovi non già in un mondo fatto di ombre, ma in un mondo fatto di sonno. Che abbiate il cuscino lombare o che assumiate la posizione dell’imperatore romano sul triclivio, oppure sotto le coperte con la pila, poco importa. Il risultato sarà sempre lo stesso: dormirete! Occhio a non soffocare se rimanete sotto grossi tomi, sempre meglio leggere su di un fianco.

Il quasi più sbagliato e cioò il divano, non ha i poteri del letto ma ci si avvicina con in più, specie se d’inverno, il terribile incriccamento delle quattro e venti. Voi iniziate a leggere seduti, magari con in sottofondo della buona musica ed un bicchiere di vino (o tamarindo perché no) ma lentamente sprofondate, vi appoggiate e finite rannicchiati (e sbronzi! Basta col vino) oserei dire confortevolmente rannicchiati, fino alla botta di sonno… Alle quattro e venti circa a svegliarvi ci penserà il dolore alle vertebre.

Il più classico e cioè in treno e anche in questo caso meglio se piove, il viaggio è lungo, nello scompartimento ci sono personaggi che nemmeno ne Anna Karenina, o Hercules Poirot e comunque voi sorseggerete del tè! Non fondamentale, ma ci ha il suo perché: il finestrino deve essere rigato dalla pioggia.

Il più sacro, nonché il più intimo e cioè la tazza del bagno. La posizione il comfort e l’atmosfera sono perfette per ogni genere di lettura, tant’è che il tempo passa e le pagine volano finché… Finché… La vostra circolazione periferica non darà forfait. Niente più sensibilità nelle gambe, niente capacità di deambulare, nessuna possibilità di alzarsi. Avrete letto centosessanta pagine, ma ora per uscrire dal bagno dovrete strisciare o attendere che il sangue torni a fare il suo dovere nelle gambe.

Ho tralasciato altri luoghi come, i mezzi pubblici più disparati, le case sull’albero, alla guida in coda sul raccordo e via discorrendo; quei posti lì, li lascio descrivere a voi, se vorrete, perché ciascuno lo fa dove vuole no?

E comunque non si può avere proprio tutto ciò che si vuole.
Buona serata.

Epic

 

Non dimenticate di votare (clickate qui a fianco) –>  pool_titolo


Mancano 11 giorni scarsi alle nomination del Crom Award keep-crom-and-crush-your-enemies-1

 

Annunci

56 pensieri riguardo “E voi dove lo fate?

      1. Scherzi? Il Wc è stato il regno dove è stata scritta ode alla piastrella.
        Un sonetto dedicato alla beltà della mattonella per bagni nelle sue declinazioni, pavimento, parete e mobile bagno. …Suppongo tu ti riferissi al WC vero? 😀

        Liked by 1 persona

      2. Mah, sai ti confermerebbero solo che sembro il solito, ma chissà… magari sono stato clonato dagli alieni… Oppure sono un replicante o un Silone… chissà??

        Mi piace

      3. In realtà come sempre dico sono terzo dan di vaccate… Ho visto e letto molte robe tra le più assurde e quindi, giocoforza, le ricordo e le cito.
        Perciò più che posseduto, la forza delle cazzate scorre potente in me. 🙂

        Liked by 1 persona

    1. Non sminuire la conteggiabilità nel contesto della tua risposta, che anzi è sempre presa in seria considerazione.
      Tant’è che una tua assenza su questi lidi, o una meno sibillina frase, crea dubbi di non avere scaturito abbastanza interesse.

      Mi piace

  1. hi hi hi che titolo invitante… 😉
    leggo ovunque e appena posso… ma non ho quasi mai tempo. Praticamente solo la sera… decisamente a letto, dopo che ho fatto tutto e finalmente posso leggere. Quanto duro? Dipende dalla stanchezza… ultimamente poco ^_^°

    Liked by 1 persona

  2. Ce li ho tutti tranne il bagno! Ho sempre almeno un libro in borsa, non di quelli che ti staccano il braccio ma comunque ne ho sempre, leggo ovunque, in coda, sul treno (non avevo pensato al tea, ma mi procurerò un thermos) ma il mio posto prediletto a quanto pare è la fermata della corriera che ho perso innumerevoli volte perché troppo intenta nella lettura…il letto resta il mio preferito, anche se mi addormento con il tomo sulla testa! ^_^

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...