La Britannia post Roma

dragonslayer000Buffo che pochi si siano cimentati nella Britannia  post romana, dopo cioè quel appanicato fuggi fuggi in prossimità delle invasioni barbariche (o giù di lì) dalle oltre-manica terre. Perché mi viene in mente tutto ciò? Colpa del mio “personaggio” immaginato da Kasabake, che mi ha fatto ritornare alla mente un film visto oltre 35 anni fa, Il drago del lago di fuoco, che mi ti ha lanciato Peter MacNicol, famoso per almeno una milionata di serial TV americani (Numb3rs, Ally McBeal e Ghostbusters II!) Il film non è male, anche se, potevano farlo meglio!

Chi si è cimentato nel periodo in questione? Mi viene in mente Mary Stewart con la saga di Artù e Merlino, e poi King Arthur film del 2004, sempre ambientato nella saga Arthuriana (e sennò il titolo…)! Qualcuno di nuovo che si cimenta? Magari un bel thriller investigativo con un valido Questor romano con in tasca il foglio del rimpatrio e un ultimo caso da seguire? Dai dai… scrivete che io vi leggo volentieri.

Io no, non scriverò niente, sono indietro in tutto e soprattutto preferisco il periodo dell’età del bronzo, delle navi che affrontavano il mare con quel senso di mistero e sfida, con gli dei a fiotti e quel misto di avventura e fame! Dannata Micene, perché sei scomparsa? 😀

Annunci

32 pensieri riguardo “La Britannia post Roma

  1. Grande Gianni, mi hai fatto venire in mente che sto aspettando con un certo interesse il film che Guy Ritchie tirerà fuori nel 2017 ed ossia la sua versione di King Arthur…
    Strano regista Ritchie, un mostro di bravura con i flashlight ed i movimenti di macchina ed una sintassi pazzesca (The Snatch è una lezione di cinema, copiatissima), capace anche di gigioneggiare divertendo con il personaggio di Holmes nella versione di Iron Man…

    Il meglio di sé MacNicol lo ha dato proprio con Numb3rs, secondo me…

    Liked by 1 persona

      1. eh, quello si lo posso capire, tante cose non le ricordo nemmeno io, ed infatti ci sono molte analogie con un altro secolo che a scuola si studia così così e cioè il ‘900, troppi fatti, troppi nomi … Eppure, com’è che Game of Thrones ha colpito la fantasia e viene così seguito? In fondo è un fanta-1400 con cento casate, mille nomi e mille città/battaglie/intrighi.
        Un dubbio ce l’ho, che il periodo del IV secolo dopo Cristo lo studiamo a cavallo delle scuole medie, che di solito coincide con la perdita di voglia allo studio.
        Ok, [MODO SERIO=OFF]!
        Io però la saga di Marion Zimmer Bradley te la consiglio. Se hai tempo da’ un’occhiata a https://it.wikipedia.org/wiki/Le_nebbie_di_Avalon

        Liked by 1 persona

      2. E’ ovvio che se inserisci elementi romanzati, anche in un periodo storico ‘noioso’ a livello didattico, l’interesse viene risvegliato… Anzi, se questo espediente fosse usato più spesso..!

        Liked by 1 persona

      3. …lo so lo so… ma sto già seguendo troppi filoni.. ma la tentazione c’è. Finisco un thriller splatter e forse… appena concludo: Emma, la trilogia dei veleni e il fantasy… forse… ! 😀

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...