Sic Mundus Creatus Est (Racconto)

Sono lieto di ribloggare questo breve racconto di sapore dark, lovecraftiano, pescato dal blog di cui Shiki è tastiera attiva, ovvreo My Mad Dreams.

Ancora prima di sapere cosa vi fosse alla fine, ero consapevole che avrebbe per sempre dannato la mia vita. Mi sarei affacciata a una conoscenza senza pari, destinata a pochi eletti,

via Sic Mundus Creatus Est (Racconto)

Annunci

Il Mio Giappone, una selezione di opere Kintsugi affiancano le fotografie di Guido Alimento — squarcidisilenzio

Sarà che ne sono appassionato, ma a me queste iniziative piacciono un sacco!

Lo spazio MADE4ART di Milano è lieto di presentare Il mio Giappone, personale dell’artista fotografo di origine marchigiana Guido Alimento (Macerata, 1950) a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni. In mostra una selezione di fotografie realizzate da Guido Alimento durante i suoi numerosi viaggi nel Paese del Sol Levante, molte delle quali scattate nell’ottobre […]

via Il Mio Giappone, una selezione di opere Kintsugi affiancano le fotografie di Guido Alimento — squarcidisilenzio

Marzo

E siamo giunti a un passo dalla primavera, nonostante la neve e nonostante il gelido vento del nord che ci ha riportati indietro nel tempo, a quando gli inverni erano inverni e il cappotto, i guanti e la sciarpa servivano davvero.

Questo clima fa tornare alla mente quei bei romanzi strappa lacrime ambientati in quel nordico Nord fatto di sole neve e amore, dove lei, bellissima, coltiva sogni immensi e intanto lavora tra gli scaffali di un qualunque negozio di maglieria in un’anonima città scandinava …e incontra lui, imbranato quanto bello assunto come inserviente, che poi si rivela essere il figlio del padrone della catena di negozi (che lei schiferà dopo averlo scoperto)! Ah, come vorrei un biondo tè da sorseggiare davanti alla finestra mentre lieve cade la neve (giù dal ciel). Ah, come amo* questi libri dalla copertina biondo patinata, la villa in lontananza e lo sguardo di lei che scruta il domani! Wow. Ma quelle così così, magari laureate, che lavorano in proprio, quelle non se le fila nessuno?

A parte ciò vi sottolineo ancora questo libro ovvero
Il gusto di non sprecare un’interessante opera di cucina e non solo, un manuale di uso della dispensa. La scrittura è scorrevole le sezioni interessanti.

Non è il solito libro di cucina con a bordo un po’ di ricette con roba di fortuna, no, spiega come pianificare la spesa, perché il cibo è sacro, come lo è il gusto e il bilanciamento della dieta. La salute propria e del pianeta sono legate e questo testo lo sottolinea bene e spiega come non sprecare e avere ottimi pasti. Brava Paola!

Lo trovate qua: [amazon][kobo][La scheda]

E inoltre: son diventato personaggio e infatti qui mi hanno intervistato! Ancora grazie a Nadia. Si sappia che sono un po’ imbarazzato, ma anche tronfio! 😉


*vagamente ironico