Reblog: – Sola, nuovo libro di Rosario Galatioto

Reblog dal sito di Rosario Galatioto, nuovo libro, primo di una trilogia.

Sola Eccolo pronto. Ho voluto che il secondo romanzo pubblicato appartenesse ad una trilogia, ovvero ad un progetto un pò più ampio. Poi, ho voluto che… 375 altre parole

 

Vai all’articolo Sola


Non dimenticare la Bisarca

[regolamento]

Annunci

Reblog: Rupert – Cronologia d’assenza

Segnalo questo interessante ebook, scaricabile dal blog Cronologia d’assenza.

Cari miei silenziosi, Mimì e la Maldoror Press sganciano in rete un piccolo e-book. Buona lettura. … Una manciata di testi poetici per dire la breccia sempre possibile verso l’impossibile. Un tentativo di parola per amare l’Altro attraverso un verbo costretto all’infinito – o contro l’infinito zoppicante dei poeti – senz’altra coniugazione che non sia […]

vai all’articolo Rupert — Cronologia d’assenza

Reblog – L’impatto dei cambiamenti climatici in un’opera digitale alla Fondazione Cartier

Dal blog di Barbara Picci, questo interessante “colpo d’arte”

Fino al 10 novembre i giardini della Fondazione Cartier di Parigi ospitano un’opera digitale molto particolare che mostra gli effetti del cambiamento climatico sugli alberi della capitale francese. Si tratta di “Symbiosia“, un’opera digitale realizzata dall’artista olandese Thijs Biersteker in collaborazione con lo scienziato italiano Stefano Mancuso. Affiancando la propria attitudine verso problematiche sociali e […]

 

Vai all’articolo L’impatto dei cambiamenti climatici in un’opera digitale alla Fondazione Cartier – Barbara Picci

Racconti on line – La tenera Margot e…

Racconti on line – La tenera Margot e la domanda di fondo.

Dopo un bel po’ di appuntamenti con le storie e le passioni della protagonista di questa storia on line scritta da Madved, ovvero Margot, storia che spero abbiate almeno cominciato a leggere, arrivo alla domanda del titolo: una volta che ci si è impegnati, un sacco, e si è creato un buon racconto, una volta che lo si è pubblicato on line, che si sono limati gli errori, riletto, editato, che farne? Continuare a tenerlo free? Pubblicarlo? Andare oltre e completarlo? Sì ma lasciarlo disponibile o farne un progetto da finalizzare con un libro?
Sono domande che si fa anche Madved [ qui ].

ok ma il racconto? L’infinito sta dentro le piccole misure

Questa settimana – il foometto

Una cosa interessante che sto notando da qualche giorno, è l’incremento sia di visite, sia di visitatori, provenienti dagli USA. Chissà cosa stanno cercando oltreoceano, cosa li porta alle pagine del blog ilperdilibri (questo)? Ho il sospetto che siano i link ai brillanti post su Slotin che sta scrivendo Francesca (sul blog di Tersiteblog) e quindi non qualcosa di nativo.
Ciò detto arrivo al punto di questo post, ovvero i racconti on-line. Uno che mi ha sempre particolarmente divertito è il foometto

[vai al foometto]

Tratta delle meravigliose avventure di un aspirante scrittore, davvero esilaranti, che cerca di arrivare alla pubblicazione della sua nuova idea.
E’ un mix di follia, di cose più che vere, che accadono agli aspiranti, il tutto condito con qualche immagine davvero… davvero! Non ci sono altri aggettivi.

Slotin, una storia incredibile

Adorando il blog di Tersite, e lo stile con cui scrive i post, sono un poco di parte. Dovevo parlare della storia del drago, della sua pericolosa coda, che poi altro non è che la ricerca per la bomba atomica, la prossima settimana, anzi quella dopo ancora, ma non ce la faccio, devo fare l’ennesimo post con link all’inizio del tutto.

[vai alla storia]

Quasi subito la storia diventa affascinante, sconcertante, quasi mitico. La vicenda viene raccontata sì romanzata, e sì, è commentata dall’autrice che dà un valore aggiunto e prende pieghe divertenti, ma è vera!

C’è da domandarsi come sia stato possibile che tutto sia andato (più o meno) bene.
Si capisce che, la scienza, quando applicata alla tecnologia, arriva a delle vette potenzialmente imputabili alla magia.

Storia horror, titolo provvisorio e…


Anche se, come dice la stessa autrice, è ancora tutto in divenire, il roseto* curato da Blodyivy, cioè il suo blog, cela il racconto Procuste. A mio modesto parere è un racconto (a puntate) degno degnissimo d’essere letto. E’ il primo dei racconti online di cui avevo accennato >> QUI << (ma clickare su QUI è superfluo). Lo stile è fluido, scorrevole, non banale, insomma diverte. Io ci ho trovato un po’ del mio adorato HP Lovecraft e suoi coevi.

Certo, non tutti sono contenti nel seguire un racconto online, ma chi vuole provare, può clickare sul link qui sotto che porta all’indice.

[Vai all’indice del racconto]


* mi immagino che il roseto sia ardente.