Si ma quanto hai letto?

Siamo un popolo di poeti, scrittori, e anche un po’ allenatori e tutti abbiamo almeno un paio di libri nel cassetto (che potrebbero restare anche lì secondo me, specie alcuni dei miei) e ci sentiamo scrittori in erba, in pectore, o un po’ dove vi pare! Ma quanto leggiamo? Perché se tutti scrivono e nessuno legge dove si va? E allora ecco l’idea della lista.
Quest’anno mi sono quasi comportato bene riportando le letture ai quasi – fasti degli anni d’oro dove avevo tempo e mente libera. Ma bando alle ciance: eccovi la lista 2017. E VOI che leggete????

Se vi va di contribuire e dire la vostra (anche sui miei gusti!) …

In corso dal 2017:
Grotesque, Natsuo Kirino;
La morte non è cosa per ragazzine, Alan Bradley;

Letti nel 2017:
Storia di Chloe, Phillips Suzanne;
Le mie pagliuzze, Dora Buonfino;
Elogio della follia, Erasmo da Rotterdam;
La bambina surgelata, Nadia Mogni;
Dino Buzzati al giro d’Italia, Dino Buzzati ;
La solitudine del cielo, James Salter;
Morti di carta, Alicia Giménez-Bartlett;
Il catino di zinco, Margaret Mazzantini;
Il sentiero dei nidi di ragno, Italo Calvino;
Al mare con la ragazza, Giorgio Scerbanenco;
Serial Killers, Brian Innes;
Il cavaliere inesistente, Italo Calvino;
La fattoria degli animali, George Orwell;
Sex Pistols. La più sincera delle truffe, Fausto Vitaliano;
1984 George Orwell;
Una storia semplice, Leonardo Sciascia;
La ragazza con i capelli strani, David Foster Wallace
Una cosa divertente che non farò mai più, David Foster Wallace;
On Writing Stephen King;
Anatomia di un delitto, Jefferson Bass;

In grassetto ho indicato i libri che trovate descritti >>QUI<<

Annunci

70 pensieri riguardo “Si ma quanto hai letto?

  1. Lo squalificato- Osamu Dazai, Guerra e pace- Lev Tolstoj, 1984- George Orwell, I demoni- Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo. sempre Dostoevskij, La gaia scienza- Nietsche, Così parlò Zarathustra -Nietzsche… purtroppo ho letto poco a causa lezioni e studio universitario (ma i libri di analisi e programmazione valgono come letture??!?)

    Piace a 1 persona

  2. Io ho letto tanto… però, tranne alcuni libri che ho conservato e che mi hanno impressionato, non me li ricordo tutti… tra l’altro diversi li ho già dati via… Però mi hai dato un’idea: mi segnerò via via quelli che leggerò nel 2018 così alla fine dell’anno non mi troverò impreparato.

    p.s. A Natale mi hanno regalato un coso strano… chiamato Kindle. Accetto consigli su come usarlo e con quali libri riempirlo…

    Piace a 1 persona

      1. Ah, mumble mumble…
        Il kindle… il kindle è un buon prodotto. Io ho il FireHD 6″ che non è affatto male. A me gli ereader piacciono il giusto ma solo perché non li riesco ancora a portare nel bagno o in spiaggia. Comunque a breve scriverò qualcosa. Tra l’altro sei fortunato perché Amazon ha un po’ aperto il sistema Kindle e ora è meno “o Amazon o morte!” di com’era 4 o 5 anni fa.
        Beh potresti rinnovarlo leggendo la “demo” di un mio libro! 😀 le prime 30 / 40 pagine è gratis! 😛

        Piace a 1 persona

      2. Sulla destra, se selezioni formato Kindle, appare un tasto con scritto “invia un campione gratuito”. Se schiacci lì (e sei loggato col tuo account di Amazon) dovrebbe apparire il tuo dispositivo Kindle tra le opzioni, qualcosa tipo “il kindle di Marco”.

        Piace a 1 persona

  3. Il bradipo ha una lista chilometrica di libri, tutti da leggere… E’ lento, il poverino! 😛
    In questi ultimi mesi del 2017 ho affrontato alcuni dei libri di Mauro Corona (che ne ha scritti una trentina, tra fiabe, racconti e romanzi), di cui non avevo ancora letto una riga sebbene tutti ne parlino, chi bene e chi maluccio. Resoconto: si dice a Milano: un laùrà de ciucc! Ma prima o poi, li finisco :mrgreen:
    Ciao
    Sid

    Piace a 1 persona

  4. Io ho letto moltissimo, ma quasi solo libri di apicoltura, tanto per cambiare!
    Due considerazioni: la prima è che inizio ad aver problemi di spazio in casa con tutti quei libri, la seconda è che ho speso oltre le mie possibilità nell’acquisto di tutti quei volumi (sia dannato Amazon e i suoi sconti).
    Ovviamente non mi sono pentito della spesa, a parte su un paio di libri fatti veramente male.
    Passerei molto volentieri al Kindle o ad un altro ebook reader, ma purtroppo la stragrande maggioranza dei testi di apicoltura, per qualche motivo a me sconosciuto, non escono in formato elettronico.
    Pur facendo parte della “vecchia scuola” (mi dà più soddisfazione leggere libri in formato cartaceo) non nego che spendendo molto meno sugli acquisti in formato ebook riuscirei a permettermi qualche lettura in più.
    L’ho già detto sia dannato Amazon?
    Anche se in ritardo buon inizio 2018 e buona lettura!

    Luca.

    Piace a 1 persona

    1. Ahahah! Buon 2018! 🙂 Si il fatto dello spazio è cruciale e in effetti… Ho risolto prendendoli in prestito alla vicina biblioteca, dove a malincuore ho cominciato a riportare qualcuno dei miei.
      Su Amazon la cosa è controversa: Amazon ha un approccio aggressivo rispetto agli altri canali e essendo un sistema chiuso rischia di diventare un monopolio oltre che un metodo per svalutare il prezzo dei libri stessi… Però su certi aspetti è comodo. Riguardo il discorso ebook, be’ ci son tante piattaforme “compatibili”! Per fortuna.
      Grazie d’avere contribuito col tuo messaggio.

      Mi piace

  5. Onestamente non tengo il conto dei libri letti.
    Ora sto leggendo “Assassinio sull’orient express”.
    L’anno invece l’ho concluso leggendo READY PLAYER ONE, libro consigliatomi da Mastro Kasabake e che mi sento di caldeggiare fortemente (ad onor del vero credo sia uno romanzi più belli di questa decade, per me ovviamente)

    Piace a 1 persona

    1. Ed eccomi qua a riponderti seriamente… Dunque secondo me gli autori in comune sono Mazzantini, King, Wallace e Calvino.C’ho pensato e ripensato e con buona probabilità sono questi… o no?
      Riuscire a capire i gusti di chi legge non è banale e infatti regalare un profumo è difficile meno che regalare un libro.
      La quantità non è un vanto, vero, mentre lo è il desiderio di leggere, solo che quest’anno è andata quasi bene come letture e allora … me la tiro! 🙂
      Dei titoli che puoi aver letto, mah vediamo OnWriting e La ragazza dai capelli strani? Li butto là così… fammi sapere cosa ho indovinato.

      Mi piace

  6. Complimenti, quest’anno per motivi di famiglia ho letto meno.
    Tra i tuoi ho letto Erasmo da Rotterdam, Il cavaliere inesistente, Italo Calvino,La fattoria degli animali, George Orwell;
    Buone letture per il 2018, io ho 10 libri fermi sul mio comodino.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...